Totalizzazione (D. Lgs. n. 42/2006 e successive modificazioni)

La totalizzazione consente di utilizzare gratuitamente i periodi assicurativi non coincidenti maturati presso l'Enpacl o altre gestioni previdenziali per il conseguimento della pensione di vecchiaia, anzianità, inabilità, a superstiti e costituisce una alternativa alla ricongiunzione onerosa. 

La totalizzazione riguarda tutti i periodi assicurativi: non è possibile la totalizzazione parziale sia per quanto riguarda le gestioni previdenziali (es. non si può chiedere di unificare i periodi di due gestioni previdenziali ENPACL e INPS se l'assicurato ha versato contributi anche alla Cassa Ragionieri) sia per quanto riguarda i periodi contributivi di una singola gestione (es. non si può chiedere di unificare 10 anni di contribuzione ENPACL se risulta un periodo contributivo di 12 anni). 
La pensione totalizzata è pagata direttamente dall'Inps, restando ovviamente a carico di ciascuna gestione l'onere delle singole quote.

Per il riconoscimento della pensione in totalizzazione è necessario non essere titolari di trattamento pensionistico autonomo in alcuna delle gestioni in cui si è stati iscritti. 
La pensione di invalidità Enpacl, se definitiva, preclude il diritto a ottenere la pensione totalizzata.


Domanda
La domanda di pensione in totalizzazione deve essere presentata alla gestione presso cui, da ultimo, si è o si è stati iscritti. A questa spetta l'onere di verificare che risultino maturati tutti i requisiti previsti per il riconoscimento del diritto a pensione. Ciascuna gestione determina la quota pensionistica di propria competenza.

Requisiti e decorrenze
Le prestazioni conseguibili con la totalizzazione sono:
-pensione di vecchiaia: i requisiti e la decorrenza sono riportati nella tabella A; 
-pensione di vecchiaia anticipata: i requisiti e la decorrenza sono riportati nella tabella B; 
-pensione di inabilità: con i requisiti e le decorrenze previste nella gestione di iscrizione al momento dell'evento inabilitante (1° giorno del mese successivo a quello di presentazione della domanda e/o della cancellazione); ) ; 
-pensione indiretta ai superstiti: con i requisiti e le decorrenze previste nella gestione di iscrizione al momento del decesso dell'iscritto (1° giorno del mese successivo a quello del decesso del dante causa).

Tabella A 

 Maturazione requisiti     Età     Contributi
(anni)
 Finestra 
(dalla maturazione dei requisiti)
2011 65 20 18 mesi
2012 65 20 18 mesi
2013 65 + 3 mesi 20 18 mesi
2014 65 + 3 mesi 20 18 mesi
2015 65 + 3 mesi 20 18 mesi
2016 65 + 7 mesi 20 18 mesi
2017 65 + 7 mesi 20 18 mesi
2018 65 + 7 mesi 20 18 mesi

Tabella B 

 Maturazione requisiti Contributi
(anni)
 Finestra 
(dalla maturazione dei requisiti) 
2011 40 18 mesi
2012 40 19 mesi
2013 40 + 3 mesi 20 mesi
2014 40 + 3 mesi 21 mesi
2015 40 + 3 mesi 21 mesi
2016 40 + 7 mesi 21 mesi
2017 40 + 7 mesi 21 mesi
2018 40 + 7 mesi 21 mesi

Misura della pensione
La pensione totalizzata è di norma calcolata col sistema contributivo. Tuttavia, se l'anzianità contributiva maturata presso l'Enpacl è pari o superiore a quella minima necessaria per il conseguimento del diritto a pensione di vecchiaia, si applica il più favorevole sistema di calcolo previsto dalla normativa dell'Ente