Con riferimento alla indennità una tantum, di cui agli articoli 32 e 33 del decreto-legge n° 50/2022 (convertito, con modificazioni, dalla legge n° 91/2022), si comunica quanto segue.

ENPACL, definite le istruttorie, sta provvedendo d’ufficio in questi giorni alla liquidazione dell’importo di euro 200 spettante ai PENSIONATI aventi diritto, senza necessità per gli stessi di produrre alcuna domanda. Si chiarisce che, in base alle disposizioni richiamate, ENPACL provvede a erogare il bonus  - verificati i requisiti sulla base dei dati disponibili al momento del pagamento - solo ai titolari di pensioni esclusivamente a proprio carico.  Negli altri casi, provvede INPS. Nel caso in cui il pensionato abbia ricevuto l’indennità ma ritesse che i redditi dell’anno 2021, una volta verificati in via definitiva, comporterebbero la revoca del beneficio per superamento dei limiti di legge, lo stesso può restituire l’importo accreditato utilizzando i seguenti riferimenti:

ENPACL - Ente Nazionale di Previdenza e Assistenza per i Consulenti del Lavoro
IBAN: IT86Q0569603211000045000X93 (BANCA POPOLARE DI SONDRIO)
Causale: Nome Cognome. Restituzione bonus pensionati 200 euro luglio 2022.

Riguardo la indennità in favore dei PROFESSIONISTI ISCRITTI,  si è in attesa della emanazione del decreto del Ministro del lavoro e delle  politiche  sociali, di concerto  con  il  Ministro  dell'economia  e  delle  finanze, che definirà la misura di tale indennità, i criteri e le modalità per la relativa concessione nonché la quota del limite di spesa complessivamente destinato agli enti di cui ai decreti legislativi n° 509/1994 e n° 103/1996. Pertanto, gli uffici dell’Ente non sono in grado, al momento, di fornire alcuna informazione. Sarà cura dell’Ente fornire con tempestività via web gli aggiornamenti al riguardo.