Sostegno al praticantato

L’Ente favorisce il praticantato, ossia il rapporto che si instaura tra un Consulente del Lavoro (dante pratica) e un soggetto praticante, ai fini dell’acquisizione da parte di quest’ultimo della formazione teorico-pratica necessaria all’espletamento dell’esame di Stato.
Per incentivare sia i giovani che si avvicinano alla pratica professionale che il dante pratica, l’Ente prevede di:

  • garantire a tutti i praticanti la copertura dell’assistenza la copertura dell’assistenza sanitaria integrativa (Garanzie A – Grandi interventi chirurgici e Gravi eventi morbosi, copertura per i rischi di invalidità permanente da infortunio), attualmente vigente in favore di tutti gli iscritti all’Enpacl
  • estendere ai familiari dei Consulenti del Lavoro che acquisiscano presso il proprio studio un praticante la copertura di assistenza sanitaria integrativa (Garanzie A).  

La copertura assistenziale inizia dalla data di iscrizione del praticante nell’apposito registro tenuto presso il Consiglio Provinciale di appartenenza.