Sistema sanzionatorio

 

in presenza di dichiarazione

Nella tabella seguente  è indicato il sistema sanzionatorio previsto dagli articoli 48 e 49 del Regolamento  di previdenza e assistenza per i casi di mancato versamento alla scadenza della contribuzione soggettiva o integrativa in presenza di dichiarazione del volume di affari IVA e del reddito professionale resa dall’iscritto.

A ciò deve aggiungersi la sanzione fissa (40/200 euro) per  eventuale tardività della dichiarazione.

artt. 48 e 49

=< 90 gg

TUR

+ 2 punti

importo min.
5 €

Il TUR dal

16 marzo 2016

è pari a zero

> 90 gg

TUR

+ 5 punti

importo min.
10 €

La sanzione non potrà, in alcun caso, essere superiore al 40% della quota capitale per ciascuna contribuzione.

Al raggiungimento del tetto massimo della sanzione prevista (40%), sul debito contributivo maturano interessi di mora di cui all'art. 30 del DPR 602/1973

Interessi di mora:
3,5%
dal 15 maggio 2017

 

 

in assenza di dichiarazione

Nella tabella seguente  è indicato il sistema sanzionatorio previsto dagli articoli 48 e 49 del Regolamento di previdenza e assistenza  in assenza di  dichiarazione del volume di affari IVA e del reddito professionale resa dall’iscritto e di accertamento della contribuzione soggettiva o integrativa effettuato mediante i dati fiscali.

A ciò deve aggiungersi la sanzione fissa (200 euro) per la omissione  della dichiarazione.

artt. 48 e 49

sanzione del 30% calcolata in ragione d'anno

La sanzione non potrà, in alcun caso, essere superiore al 60% della quota capitale per ciascuna contribuzione.

Al raggiungimento del tetto massimo della sanzione prevista (60%), sul debito contributivo maturano interessi di mora di cui all'art. 30 del DPR 602/1973

Interessi di mora: 

3,5%

dal 15 maggio 2017

 

Regolamento di previdenza e assistenza